Posted on Lascia un commento

Allacciati le cinture: si scende!

discesa dei mercati

Il mio editoriale del 25 Giugno si apriva con questo titolo: “Gli investitori devono stare attenti: i politici decidono ora, non le banche centrali.”

Lo puoi rileggere cliccando QUI

L’articolo, in tempi non sospetti, trattava una panoramica su cosa sarebbe potuto accadere, nel caso in cui Trump avesse proseguito con le interferenze sulla FED e i dazi doganali.

Nel frattempo, durante tutto il mese di luglio e nell’attesa del taglio tassi FED, gli investitori hanno continuato a spingere i prezzi su nuovi massimi.

Taglio che è avvenuto, ma non così accentuato ed è possibile che non ce ne saranno altri nel 2019.

Questo ha irritato Trump che non ha perso tempo e anche stavolta non ha tradito.

Occupato, come sempre, a dettare i tempi dell’agenda internazionale con i suoi interventi a gamba tesa, non si è risparmiato e, il giorno stesso, ha dato fuoco alle polveri dei dazi doganali.

Il dopo è ciò che stiamo vedendo sui mercati.

La chiusura negativa della settimana scorsa prosegue anche oggi e, probabilmente, lo farà anche nei prossimi giorni.

Ad aumentare la fibrillazione c’è stata la risposta della Cina stamattina che, naturalmente, ha dichiarato che non intende sottostare alle minacce.

Risponderà a Trump con misure restrittive su potenziali acquisti agricoli americani.

Inoltre la Banca Centrale cinese ha iniziato a manipolare lo Yuan con l’obiettivo non dichiarato di spingere il dollaro verso l’alto indebolendo l’economia americana.

Insomma una serie di “allineamenti astrali” che sta spingendo tutte le borse mondiali al ribasso.

Spesso ho sottolineato come i dazi doganali sono come il gioco tris.

Nel lontano film del 1983, War Games – giochi di guerra -, il computer WOPR passò dalla simulazione di una guerra nucleare ad una reale.

Per fermare WOPR dal suo intento di scatenare la guerra, il giovane David dovette trovare uno stratagemma geniale: far giocare WOPR ad un gioco dove nessuno è il vincitore, il gioco del Tris.

Citazione di WOPR: Strano gioco, l’unica mossa vincente è…non giocare.

Esattamente ciò che ho descritto svariate volte nelle mie dirette.

In una guerra di dazi tra la prima economia del mondo e la seconda, l’unica mossa vincente è…non giocare.

Dire quando finirà questa discesa è impossibile, 10%, 20%, 30%?

Non lo possiamo sapere.

Ci sono dei livelli di prezzo che andranno monitorati ma questo non significa che i mercati non possano scendere sotto questi livelli.

Noi continuiamo con le nostre strategie di lungo periodo.
Manteniamo una parte di liquidità e una parte in strumenti che traggono vantaggio da queste situazioni negative.

 


 

Seguimi anche sul gruppo Facebook “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2wzzIez

Acquista il mio libro “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2WvfCgd

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *