Analisi del titolo entrato nella watchlist di Pasca Premium, Ralph Lauren (RL)

Ralph Lauren logo

Pasca Profit-scritta e logo


www.pascaprofit.com

Ralph Lauren (RL) mercato NYSE ISIN: US7512121010

 

Ralph Lauren (RL) è entrata nella nostra watchlist il 30 agosto 2019

Fondata nel 1967 dallo stilista Ralph Lauren, Ralph Lauren Corporation è una società statunitense quotata al NYSE attiva nella progettazione, marketing e distribuzione di capi d’abbigliamento, prodotti per la casa, accessori e profumi in Nord America, Europa e Asia. I marchi dell’azienda includono Polo Ralph Lauren, RL Collection, RL Childrenswear, Lauren Ralph Lauren, Chaps, Double RL e Club Monaco. I canali di distribuzione per Ralph Lauren includono il mercato all’ingrosso (incluse grandi catene della distribuzione e negozi specializzati), la vendita al dettaglio (compresi i negozi al dettaglio di proprietà dell’azienda e l’e-commerce) e accordi di licenza.

Ultime trimestrali – 30 luglio 2019:
Ralph Lauren il 30 luglio ha pubblicato i risultati del primo trimestre fiscale, battendo le stime degli analisti sia in termini di EPS che in termini di fatturato. La società ha riportato una crescita delle vendite comparabili del 2% durante il trimestre, guidata da un aumento del 4% in Europa e un 4.5% in Asia. Il gross margin si è attestato a quota 64.4%, sotto le stime degli analisti che si aspettavano un 64.6%

Analisi del business

Ralph Lauren ha attuato una serie di riforme a partire dal 2016 con il fine di incrementare il valore del brand, migliorare l’assortimento dei prodotti ed espandersi maggiormente sul mercato globale. Queste misure sono state adottate per contrastare una deludente gestione di magazzino degli anni precedenti e una politica di pricing sbagliata. L’azienda ha quindi chiuso più di 75 store, ridotto l’esposizione a clienti retail della grande distribuzione, migliorato le operazioni di consegna e incrementato, di conseguenza, la marginalità lorda.

La dinamica delle vendite nell’area nordamericana rimane deludente, ma ci aspettiamo una stabilizzazione accompagnata da ulteriori migliorie di margine grazie ai nuovi prodotti e grazie a maggiori risorse destinate alla pubblicità. La crescita dell’azienda sarà probabilmente trainata dai mercati internazionali (Europa e Asia), dove il marchio Ralph Lauren è visto maggiormente come brand premium rispetto al mercato americano, con conseguenti benefici in termini di pricing e marginalità.

Ralph Lauren-grafico coi dati delle principali voci di conto economico a consuntivo degli ultimi tre anni e quelli stimati per i prossimi tre anni

Nell’immagine soprastante sono mostrati i dati delle principali voci di conto economico a consuntivo degli ultimi tre anni e quelli stimati per i prossimi tre anni. Secondo il consensus degli analisti di Wall Street la crescita in termini di utile per azioni si attesterà a quota 7.35% annua composta per i prossimi cinque anni. Il miglioramento delle tendenze previsionali è dovuto principalmente alla fiducia degli analisti riposta nel raggiungimento degli obiettivi prefissati dal management.

VANTAGGI COMPETITIVI

La forza del brand Ralph Lauren rappresenta il vero e proprio “fossato” economico rispetto ai competitors dell’azienda. La società beneficia della caratteristica di essere percepita come brand di moda di fascia alta nonostante offra prodotti a tutti i livelli di prezzo (i prodotti possono avere un pricing da 30/40$ fino ad arrivare a prodotti di lusso con prezzi superiori ai $5000/6000). Nonostante questo, riteniamo che bassi prezzi per certe categorie di prodotto abbiano effetti negativi sul valore del marchio Ralph Lauren nel lungo termine e ci aspettiamo che il management opti per scelte strategiche volte alla massimizzazione di tale asset intangibile.

Una parte importante del vantaggio competitivo aziendale risiede nella migliore capacità di gestione del brand rispetto ai venditori terzi. Il fatturato derivante da vendita all’ingrosso è passato dal 46% del 2015 all’attuale 38% del fatturato totale. La crescente attività di vendita diretta al consumatore genererà benefici grazie ad un miglior controllo sul pricing e sul brand.

Dal 2016 il management societario ha limitato la distribuzione e ridotto le unità di stoccaggio per supportare il valore del marchio, provocando una diminuzione nelle vendite come conseguenza diretta. Nell’immagine seguente è mostrata la dinamica del fatturato negli ultimi otto anni:

Ralph Lauren - grafico - è mostrata la dinamica del fatturato negli ultimi otto anni

Il vantaggio competitivo posseduto dall’azienda è dimostrato dalla capacità di generare rendimenti superiori al costo del capitale. Concentriamoci sul rendimento sul capitale investito: negli ultimi dieci anni la società ha generato un ROIC medio pari al 20.73% e negli ultimi cinque anni un ROIC medio pari a 15%, a fronte di un costo del capitale medio ponderato pari a 8.5%. Questi risultati stanno a significare la capacità aziendale di impiegare le risorse investite a tassi di rendimenti superiori rispetto al costo di ottenimento del capitale.

Uno degli indicatori di fondamentale importanza nell’analisi del settore di RL è la marginalità lorda. Ralph Lauren beneficia di margini lordi superiori rispetto alla maggior parte dei competitors; attualmente il gross margin si attesta a quota 61.58%, con una media negli ultimi 10 anni pari a 58.44%. Il margine lordo superiore al 60% è basato quasi esclusivamente sul potere di pricing, non avendo vantaggi competitivi in termini di costi.

È interessante notare l’incremento di risorse destinate all’advertising ($273 milioni nel 2019) volte soprattutto ad incrementare il valore dei tre brand principali dell’azienda: Ralph Lauren, Polo Ralph Lauren e Lauren Ralph Lauren. Le spese di advertising sono pari al 4.3% del fatturato e sono in aumento di 50 milioni rispetto al 2018; l’incremento di spesa verrà destinato principalmente verso operazioni di marketing online e di restyling degli store.

Per quanto riguarda la profittabilità, Ralph Lauren sta compiendo importanti sforzi per ridurre costi a livello di fornitura, di gestione ed efficientamento nella produzione. Da notare anche la diminuzione dell’esposizione nella catena di approvvigionamento dalla Cina a causa della guerra commerciale e perseguendo il mantenimento di costi ridotti.

ralph lauren -grafici -sono indicati i principali ratios di salute finanziaria, di profittabilità e di crescita

Nella tabella sopra sono indicati i principali ratios di salute finanziaria, di profittabilità e di crescita. La salute finanziaria aziendale non è preoccupante nonostante alcuni indicatori che, presi singolarmente, potrebbero dare segnali allarmanti. Utilizzando, ad esempio indicatori più complessi come l’Altman Z-Score e l’Ohlson O-Score, che mirano ad avere una visione complessiva della sicurezza finanziaria della società prendendo in considerazione diversi ratios contemporaneamente, i segnali sono molto positivi. Attualmente l’Altman Z-Score è pari a 3.54 (un risultato > 3 indica una situazione di sicurezza finanziaria) e l’Ohlson O-Score stima una probabilità di default molto bassa nel breve termine, sotto la soglia del 5%.

Gli indicatori di profittabilità aziendale sono positivi, superiori rispetto al costo del capitale sia in termini asset side che in termini equity side.

La valutazione

ralph lauren - grafico - rappresentati i principali ratios valutativi

Nell’immagine soprastante sono rappresentati i principali ratios valutativi. La situazione generale che possiamo ricavare da questi dati, combinati con gli indicatori di salute finanziaria e di profittabilità, è una situazione di valutazione in linea alle medie settoriali collegata ad una profittabilità attuale maggiore ed una posizione di leader che l’azienda ha assunto nel suo mercato.

Per potere valutare efficacemente una società è sempre bene utilizzare diversi strumenti e tecniche di valutazione.

Per stimare il valore intrinseco della società è stato costruito un piano previsionale di bilancio a più scenari.

A differenza dell’analisi relativa, la quale si basa sulle valutazioni di mercato, l’analisi di tipo assoluto mira alla stima del valore intrinseco di una società, basandosi sullo studio dei documenti contabili, dei vantaggi competitivi e delle prospettive future. Il metodo utilizzato è basato su una serie di Discounted Cash Flow Model a più scenari che mirano a calcolare il valore intrinseco di un’azienda in grado di generare determinati risultati in termini di flussi di cassa dato un certo rischio di business. I risultati delle analisi di valutazione indicano un valore intrinseco dell’azienda pari a $ 120 ad azione, che rappresenta una sottovalutazione rispetto ai prezzi attuali di mercato.

Rischi e incertezza in fase di studio

Se le nostre stime sono corrette l’azienda attualmente quota a prezzi di sconto rispetto al valore intrinseco, come mostrato nella sezione di valutazione. La sola analisi quantitativa può però portare a conclusioni non sempre affidabili se non supportate adeguatamente da un’approfondita analisi qualitativa. All’interno dell’analisi qualitativa è necessario prendere in considerazione i fattori di rischio e incertezza legati ad un eventuale investimento. Di seguito elenchiamo i principali fattori di rischio per RL:

Il mercato dell’abbigliamento americano è altamente competitivo, all’interno del quale anche le aziende leader arrivano a conquistare al massimo una piccola quota di mercato. L’unico vantaggio competitivo che l’azienda possiede è la forza del brand: saranno necessari continui investimenti e scelte strategiche generatrici di valore con visione a lungo termine. Una gestione sbagliata del brand potrebbe rivelarsi rovinosa per i risultati dell’azienda.

Un altro fattore negativo, sempre collegato alla forza del brand, riguarda il mantenimento nel portafoglio aziendale di alcuni brand minori, come Chaps e Club Monaco, che potrebbero inficiare la forza del brand principale nel caso in cui non vengano accompagnate da una gestione efficace.

Investimenti importanti in categorie nuove per l’azienda aumentano l’incertezza legata ai rendimenti delle risorse allocate. L’azienda si aspetta di ricavare $100 milioni in più dalle nuove categorie di prodotto. All’interno delle nostre analisi riteniamo sia necessario utilizzare stime meno aggressive rispetto a quelle dichiarate dall’azienda.

Ultimo, ma non meno importante, fattore di rischio è quello legato alla guerra commerciale tra Usa e Cina. L’azienda sta riducendo l’esposizione della catena del valore in Cina, ma servono ulteriori sforzi.

Le mie conclusioni

Ralph Lauren è una società entrata nella nostra watchlist il 30 agosto 2019 per ulteriori analisi più approfondite, soprattutto di natura qualitativa. L’azienda gode di un leggero vantaggio competitivo legato alla forza del suo brand ma l’incertezza legata al suo business è di alto livello. Apprezziamo il cambio di direzione nelle scelte manageriali, improntate sulla massimizzazione di valore aziendale nel lungo termine che stimiamo darà frutti agli investitori più pazienti e con ampi orizzonti temporali. La combinazione attuale di qualità e basse valutazioni rende interessante l’investimento nel capitale azionario della società.

La ricerca statistica ha dimostrato che le azioni che mostrano determinati attributi fondamentali tendono a sovraperformare il mercato sul lungo termine. Un abbonamento al Portafoglio Pascarella ti consente di accedere ad un portafoglio redditizio basato su questi efficaci e collaudati driver di ritorno. Dimenticati di opinioni e speculazioni, le decisioni di investimento basate su dati fondamentali possono fornire rendimenti superiori con un rischio inferiore.

 

 

Analisi a cura di Marco Bergianti – +393204082091info@pascaprofit.com
Analista Senior: Giuseppe Pascarella, autore del libro Battere il Benchmark e gestore del portafoglio Pasca Premium e Portafoglio Pascarella

 

DISCLAIMER:

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Scripta Finance Srl non è un consulente d’investimento e non offre consigli specifici di investimento.
Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.

Le opinioni e le informazioni contenute nel presente documento sono state sono state redatte con la massima perizia possibile in ragione dello stato dell’arte delle conoscenze e delle tecnologie ed ottenute o derivanti da fonti ritenute attendibili, ma la loro accuratezza e la loro affidabilità’ non sono comunque in alcun modo e forma fonte di responsabilità da parte di Scripta Finance né’ di alcuno. I dati sono forniti da Compustat Xpressfeed, Standard & Poors, Finviz e una divisione di The McGraw-Hill Companies così come altri fornitori di dati di terze parti nonché dai Sec filling aziendali.

Gli alert di comunicazione e i rapporti di ricerca contengono pareri e sono forniti solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria, né offerta al pubblico: le informazioni pubblicate non costituiscono una precisa raccomandazione ad investire, ad acquistare o vendere alcuno degli strumenti finanziari analizzati. Si consiglia di non fare affidamento esclusivamente sul documento di ricerca a fini di transazioni di titoli o altri investimenti, essi incoraggiano a condurre la propria ricerca e chiedere il parere di professionisti qualificati prima di fare qualsiasi investimento. Nessuna delle informazioni contenute nella presente relazione costituisce o è destinato a costituire una raccomandazione, né una sollecitazione all’investimento. Scripta Finance non è e non sarà responsabile di qualsivoglia perdita o danno in cui si possa incorrere in seguito all’affidamento sul contenuto dell’analisi o alert di comunicazione. Si ricorda che le analisi fornite non costituiscono un’indicazione utile delle prospettive future degli strumenti finanziari esaminati; si rammenta inoltre, che i Mercati Finanziari sono estremamente volatili e gli investitori possono incorrere in elevate perdite che, nel caso di utilizzi di margini, possono uguagliare o superare l’investimento originario. Scripta Finance svolge ogni sforzo affinché le informazioni contenute in questo sito siano accurate, ma non si assume la responsabilità per errori, ritardi o qualsiasi forma di imprecisione delle informazioni contenute. Eventuali decisioni di investimento che ne dovessero conseguire sono assunte, da parte dell’utente, in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio.

L’utilizzo di questo rapporto è disciplinato dalle condizioni di utilizzo di Scripta Finance, ne è vietata la divulgazione a scopo commerciale ed è ad uso privato del cliente Scripta Finance. Vendere o linkare tale report costituisce una violazione del diritto d’autore degli analisti di Scripta Finance, ogni violazione di tale diritto è punito con il ban da eventuali report e potrebbe precludere l’esclusione dalla lista dei nostri clienti.

 


 

Seguimi anche sul gruppo Facebook “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2wzzIez

Acquista il mio libro “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2WvfCgd

 

Seguimi anche sul gruppo Facebook
"Battere il Benchmark"

Acquista il mio libro "Battere il Benchmark"

Scopri gli Ultimi articoli