Analisi del titolo entrato nella watchlist di Pasca Premium, Sanofi (SNY)

Sanofi (SNY) scritta e logo

Pasca Profit-scritta e logowww.pascaprofit.com

Sanofi (SNY) mercato NASD ISIN: FR0000120578

 

Sanofi (SNY) è attualmente all’interno della watchlist

 

Ultime trimestrali – 29 luglio 2019:

Sanofi (NASDAQ: SNY) il 29 luglio ha pubblicato i risultati del secondo trimestre fiscale, superiori alle stime degli analisti sia in termini di fatturato che in termini di utile per azione. Nello specifico, la società ha riportato un EPS Non-GAAP pari a $1.31, dato superiore di $0.07 rispetto al consensus, mentre i ricavi del trimestre sono stati pari a $8.63B (+5.5 Y/Y), superiori di un delta pari a $210M rispetto al consensus degli analisti. La società ha dichiarato le guidance aggiornate per l’anno in corso: il management prevede una crescita a cambi costanti in termini di utile pari al 5%, mentre è prevista una crescita del fatturato tra il 3% e il 5%.
Nell’immagine seguente sono mostrate le vendite del Q2 corrispondenti a ciascun prodotto di SNY:

Sanofi - sono mostrate le vendite del Q2 corrispondenti a ciascun prodotto di SNY

Analisi del business

Sanofi è una società francese ed è una delle più grandi case farmaceutiche al mondo, con una capitalizzazione di mercato pari a $112 miliardi ed una efficiente capacità di produrre risultati in termini di cassa. L’ottima profittabilità aziendale ha permesso di incrementare le risorse destinate al rafforzamento del fossato economico aziendale, soprattutto mediante investimenti in Ricerca & Sviluppo. Di seguito mostriamo la dinamica di spese di Ricerca & Sviluppo (ultima riga) di Sanofi dal 2010 ad oggi:

Sanofi - tabella con la dinamica di spese di Ricerca & Sviluppo (ultima riga) di Sanofi dal 2010 ad oggi

La pipeline di Sanofi attualmente è composta da farmaci di primo livello, tra cui Lantus, farmaco per il trattamento del diabete mellito, che attualmente genera più dell’8% dei ricavi dell’azienda. Lantus è la prima insulina ad azione ritardata senza picco pronunciato, caratterizzato da una durata d’azione vicino alle 24 ore. Il futuro per Lantus però non è roseo, infatti il brevetto è scaduto nel 2015 e la dinamica dei ricavi generati è in decrescita a causa delle pressioni concorrenziali (nell’ultimo trimestre Lantus ha avuto un decremento delle vendite pari al 15%). Il resto della pipeline (soprattutto vaccini e prodotti di consumo) sostengono la crescita aziendale corrente, mentre i farmaci attualmente nelle ultime fasi del ciclo di approvazione completeranno il portafoglio di attività. Pensiamo ad esempio a Dupixent, anticorpo utilizzato per malattie allergiche, le cui vendite stimate future dovrebbero raggiungere i 6 miliardi di dollari.

Sanofi - grafico - mostrati i dati delle principali voci di conto economico a consuntivo degli ultimi tre anni e quelli stimati per i prossimi tre

Nell’immagine soprastante sono mostrati i dati delle principali voci di conto economico a consuntivo degli ultimi tre anni e quelli stimati per i prossimi tre. Secondo il consensus degli analisti di Wall Street, la crescita in termini di utile per azioni si attesta a quota 7,80% annua composta per i prossimi cinque anni. Gli analisti vedono quindi un futuro meno prospero del recente passato, stimando tassi di crescita inferiori rispetto alla media degli ultimi anni (SNY ha incrementato in media l’utile netto del 10.32% annuo negli ultimi 5 anni).

Attualmente l’azienda paga un sostanzioso dividendo in crescita (aumentato mediamente del 2.48% all’anno negli ultimi cinque anni) con un dividend yield attuale pari a 3.87%, sostenuto da un Payout Ratio pari a 45.30%, che simboleggia la sostenibilità di questo tipo di remunerazione per gli azionisti.

VANTAGGI COMPETITIVI

Sanofi è caratterizzata da importanti vantaggi competitivi che, insieme, formano il cosiddetto fossato economico in grado di difendersi dagli attacchi dei competitors attuali e potenziali. Da cosa derivano questi vantaggi competitivi? Innanzitutto, dal valore dei brevetti della società. La pipeline di farmaci coperti da brevetti di Sanofi, infatti, permette una redditività operativa soddisfacente: nello specifico abbiamo un ROIC adjusted pari al 12.78%, sensibilmente superiore al costo del capitale medio ponderato stimato a quota 6.14%. La copertura brevettuale consente di sviluppare le generazioni successive di farmaci prima che sul mercato arrivino pressioni competitive da generici. Nel complesso, la linea di prodotti farmaceutici dell’azienda è in grado di generare non solo risultati contabili importanti, ma soprattutto risultati di qualità in termini di flussi di cassa. A tale proposito mostriamo come prova di qualità di risultati il rapporto CFO/Net Income, dove per CFO si intende il flusso di cassa operativo e per Net Income si intende, ovviamente, l’utile netto.

Sanofi - tabella - il rapporto CFO-Net Income (ultima riga), a parte l’anno 2017, è stato sempre sensibilmente superiore all’unità

Come si vede dall’immagine, il rapporto CFO/Net Income (ultima riga), a parte l’anno 2017, è stato sempre sensibilmente superiore all’unità. I risultati in termini di cassa sono utilizzati per il rafforzamento dei vantaggi competitivi aziendali. Sempre con riguardo al flusso di cassa generato dalla gestione aziendale, citiamo gli ultimi dati di performance in termini di CROIC, pari a 8.78% e un OROIC pari a 9.87%, entrambi molto positivi.

A proposito dei progetti per l’incremento dei vantaggi competitivi menzioniamo la strategia di crescita esterna, mediante operazioni di acquisizioni con focus su malattie rare, quando vi sono le condizioni economiche favorevoli. La seconda strategia, non di secondaria importanza, è caratterizzata dall’attacco di quote di mercato sui mercati emergenti: essi rappresentano un segmento geografico ad alta crescita per i farmaci di Sanofi, nonostante il pricing minore rispetto ai paesi sviluppati. In tal senso, una strategia di sviluppo per mercato sviluppati prima, e solo successivamente sui mercati emergenti, appare una soluzione logica.

Sanofi -tabella - sono indicati i principali ratios di salute finanziaria, di profittabilità e di crescita

Nella tabella soprastante sono indicati i principali ratios di salute finanziaria, di profittabilità e di crescita. Possiamo notare i punteggi sintetici: 5/10 punti sulla situazione finanziaria, mentre abbiamo un 8/10 sulla profittabilità aziendale: risultati eccellenti.

La situazione finanziaria di Sanofi è da monitorare, dati i valori degli indicatori principali finanziari. Utilizziamo indicatori più complessi come l’Altman Z-Score e l’Ohlson O-Score, i quali mirano ad avere una visione complessiva della sicurezza finanziaria della società, prendendo in considerazione molteplici ratios contemporaneamente. Sebbene l’Altman Z-Score sia in zona “grigia” a quota 1.72 (un risultato > 3 indica una situazione di sicurezza finanziaria), l’Ohlson O-Score stima una probabilità di default molto bassa nel breve termine, pari a 2.68%. Nel complesso siamo di fronte ad una salute finanziaria non critica, ma da monitorare attentamente.

La valutazione

Sanofi - tabella - sono rappresentati i principali ratios valutativi

Nell’immagine sopra sono rappresentati i principali ratios valutativi. La situazione generale che possiamo ricavare da questi dati, combinati con gli indicatori di salute finanziaria e di profittabilità, è caratterizzata da una valutazione inferiore rispetto alle medie macro-settoriali (in termini di P/E forward) combinati con una profittabilità maggiore rispetto alla media dei competitors.

Con il fine di stimare il valore intrinseco della società è stato costruito un piano previsionale di bilancio a più scenari. A differenza dell’analisi relativa, la quale si basa sulle valutazioni di mercato, l’analisi di tipo assoluto mira alla stima del valore intrinseco di una società, basandosi sullo studio dei documenti contabili, dei vantaggi competitivi e delle prospettive future. Il metodo utilizzato è basato su una serie di Discounted Cash Flow Model a più scenari che mirano a calcolare il valore intrinseco di un’azienda in grado di generare determinati risultati in termini di flussi di cassa, dato un certo rischio di business. I risultati delle analisi di valutazione indicano un valore intrinseco dell’azienda pari a $ 58.4 ad azione, che rappresenta una sottovalutazione rispetto ai prezzi attuali di mercato.

Rischi e incertezza in fase di studio

Per quanto riguarda i fattori di rischio e incertezza, evidenziamo la pressione concorrenziale, soprattutto da parte di competitors come Novo Nordisk, Eli Lilly e più piccoli competitors con business orientati sullo sviluppo di generici. Sanofi ha un portafoglio piuttosto diversificato nel complesso, ma l’8% dei ricavi deriva da Lantus, farmaco utilizzato per trattare il diabete, e l’attuale riduzione di performance economiche del farmaco influenza decisamente la performance globale aziendale.

Altro potenziale rischio, come visto precedentemente, riguarda la situazione finanziaria: attualmente l’azienda ha un indicatore debt/equity pari a 0,47 e un Altman Z-Score pari a 1.72, il quale indica una situazione da monitorare. I bassi tassi di interesse sui mercati finanziari non incentivano un alleggerimento del debito, nonostante riteniamo possa essere la strada giusta da intraprendere per il lungo termine.

Ulteriori rischi sono quelli caratterizzanti l’industria farmaceutica: scadenza di brevetti, mancata approvazione di farmaci o ritardi di approvazione da parte delle agenzie e maggiore regolamentazione.

Le mie conclusioni

Sanofi rappresenta un titolo interessante ed è stato deciso di inserirlo all’interno della watchlist aziendale. L’azienda appare appetibile dal punto di vista quantitativo e maggiori sforzi analitici andranno a sostegno di ulteriori approfondimenti di carattere qualitativo. Riteniamo che le strategie intraprese dal management possano incrementare i vantaggi competitivi aziendali e garantire una crescita sana di lungo termine al business.

La ricerca statistica ha dimostrato che le azioni che mostrano determinati attributi fondamentali tendono a sovraperformare il mercato sul lungo termine. Un abbonamento al Portafoglio Pascarella ti consente di accedere ad un portafoglio redditizio basato su questi efficaci e collaudati driver di ritorno. Dimenticati di opinioni e speculazioni, le decisioni di investimento basate su dati fondamentali possono fornire rendimenti superiori con un rischio inferiore.

 

 

Analisi a cura di Marco Bergianti – +393204082091info@pascaprofit.com
Analista Senior: Giuseppe Pascarella, autore del libro Battere il Benchmark e gestore del portafoglio Pasca Premium e Portafoglio Pascarella

 

Scripta Finance è una società di analisi indipendente, specializzata nel mercato azionario americano che da 10 anni batte il benchmark.

Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Scripta Finance Srl non è un consulente d’investimento e non offre consigli specifici di investimento.
Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.

 

DISCLAIMER:
Le informazioni e i dati sono ritenuti accurati, ma non ci sono garanzie. Scripta Finance Srl non è un consulente d’investimento e non offre consigli specifici di investimento.
Le informazioni qui contenute sono solo a scopo informativo.

Le opinioni e le informazioni contenute nel presente documento sono state sono state redatte con la massima perizia possibile in ragione dello stato dell’arte delle conoscenze e delle tecnologie ed ottenute o derivanti da fonti ritenute attendibili, ma la loro accuratezza e la loro affidabilità’ non sono comunque in alcun modo e forma fonte di responsabilità da parte di Scripta Finance né’ di alcuno. I dati sono forniti da Compustat Xpressfeed, Standard & Poors, Finviz e una divisione di The McGraw-Hill Companies così come altri fornitori di dati di terze parti nonché dai Sec filling aziendali.
Gli alert di comunicazione e i rapporti di ricerca contengono pareri e sono forniti solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria, né offerta al pubblico: le informazioni pubblicate non costituiscono una precisa raccomandazione ad investire, ad acquistare o vendere alcuno degli strumenti finanziari analizzati. Si consiglia di non fare affidamento esclusivamente sul documento di ricerca a fini di transazioni di titoli o altri investimenti, essi incoraggiano a condurre la propria ricerca e chiedere il parere di professionisti qualificati prima di fare qualsiasi investimento. Nessuna delle informazioni contenute nella presente relazione costituisce o è destinato a costituire una raccomandazione, né una sollecitazione all’investimento. Scripta Finance non è e non sarà responsabile di qualsivoglia perdita o danno in cui si possa incorrere in seguito all’affidamento sul contenuto dell’analisi o alert di comunicazione. Si ricorda che le analisi fornite non costituiscono un’indicazione utile delle prospettive future degli strumenti finanziari esaminati; si rammenta inoltre, che i Mercati Finanziari sono estremamente volatili e gli investitori possono incorrere in elevate perdite che, nel caso di utilizzi di margini, possono uguagliare o superare l’investimento originario. Scripta Finance svolge ogni sforzo affinché le informazioni contenute in questo sito siano accurate, ma non si assume la responsabilità per errori, ritardi o qualsiasi forma di imprecisione delle informazioni contenute. Eventuali decisioni di investimento che ne dovessero conseguire sono assunte, da parte dell’utente, in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio.

L’utilizzo di questo rapporto è disciplinato dalle condizioni di utilizzo di Scripta Finance, ne è vietata la divulgazione a scopo commerciale ed è ad uso privato del cliente Scripta Finance. Vendere o linkare tale report costituisce una violazione del diritto d’autore degli analisti di Scripta Finance, ogni violazione di tale diritto è punito con il ban da eventuali report e potrebbe precludere l’esclusione dalla lista dei nostri clienti.

Seguimi anche sul gruppo Facebook
"Battere il Benchmark"

Acquista il mio libro "Battere il Benchmark"

Scopri gli Ultimi articoli