Ecco perchè Piazza Affari non è il posto migliore dove mettere i tuoi soldi

Uno degli errori che vedo fare più spesso a molti investitori è quello di ostinarsi ad investire nel mercato italiano: che siano azioni obbligazioni o titoli di stato l’investitore italiano preferisce rimanere dentro i confini dello stivale.

Non che io ce l’abbia con le nostre aziende, ci mancherebbe, ma il problema è che quando i mercati mondiali salgono Piazza Affari sale di meno, quando invece scendono il mercato italiano scende di più.

 

“Le azioni rendono nel lungo periodo!”

 

Quante volte ti sei sentito ripetere questa affermazione dal tuo consulente?

 

Naturalmente è un’affermazione che trova la mia assoluta approvazione.

 

Tuttavia quando i consulenti raccomandano il “lungo periodo” nei loro consigli di investimento, omettono un elemento che fa tutta la differenza quando ti ritrovi con i soldini in mano e vuoi affrontare il mercato azionario.

 

Tutto dipende dal mercato nel quale hai deciso di investire i tuoi soldi!

 

Infatti se è vero che investendo nel mercato americano il lungo periodo ti avrebbe premiato è altrettanto vero che nel mercato italiano questo regola non vale.

 

Se 10 anni fa tu avessi investito nel mercato americano ora avresti quasi triplicato il capitale, se invece avessi investito la stessa cifra nel mercato italiano ora avresti circa un terzo in meno dei soldi di quando sei partito.

 

Facendo un esempio concreto, se tu avessi investito 10.000 Euro ora avresti:

  • 37.813 Euro investendo a Wall Street

  • 12.538 Euro investendo a Piazza Affari

 

La differenza è evidente.

 

Ovviamente questo è solo un esempio di scuola, infatti le cifre sono basate sulle performance degli indici, senza tener conto di una specifica composizione del portafoglio, ma è chiaro che con un risultato così deludente bisogna essere veramente bravi per riuscire a guadagnare investendo in azioni italiane.

 

Ma allora perchè la maggior parte degli investitori italiani si ostinano ad investire su aziende italiane, malgrado tutte le delusioni ricevute?

 

I motivi sono diversi, spesso perchè sono le banche a spingere in questa direzione, ma c’è anche una questione di sicurezza. 

 

Infatti, puntare su un’azione il cui nome risulta familiare è molto più rassicurante.

 

Robert Cialdini, un professore universitario statunitense, nel suo ultimo interessante libro “Pre-suasione” ha riportato uno studio condotto su un campione casuale di 89 aziende quotate in borsa tra il 1990 e il 2004.

 

Nella fase iniziale, le aziende con nomi facili da pronunciare hanno avuto prestazioni migliori di quelle con nomi difficili.

 

Il mercato italiano è pieno di aziende dai nomi che ti sembrano semplici perchè già sentiti, quindi è normale che stare nel cortile di casa di Piazza Affari sia per gli investitori italiani più rassicurante.

 

Ma purtroppo rassicurante non vuol dire profittevole.

 

Le persone che fanno i soldi sono proprio quelle che sanno sconfiggere queste trappole mentali e riescono a fare ciò che la massa non è in grado di fare.

 

Se anche tu stai investendo nel mercato italiano credimi, prima cambi strada e prima otterrai risultati che adesso ti sembrano impossibili.

 

Potrei citarti tanti numeri per dimostrarti che non c’è proprio paragone tra le opportunità del mercato americano rispetto a quello italiano.

 

Ma te ne cito uno per tutti: la capitalizzazione di Wall street si aggira intorno a circa 21.000 miliardi di dollari, contro i soli 644 miliardi di Euro di piazza affari (Fonte Wikipedia).

 

Va da sé che i soldi veri girino nel mercato USA.

 

Per dirla con le parole di Gordon Gekko, il protagonista del film culto “Wall street”:

 

A Wall Street il denaro non dorme mai.

 

Ed è vero, come ti ho detto, che le grandi occasioni sono sul mercato americano!

 

Inoltre, anche se può sembrarti strano, investire nel mercato americano è molto più semplice che farlo nel mercato italiano.

 

Le informazioni sono molto più trasparenti ed è molto difficile imbattersi in bilanci falsati, cosa che ahimè, nel nostro bel paese è tutt’altro che rara.

 

Insomma da qualsiasi parte la guardi non c’è veramente nessun motivo per continuare a rischiare i propri soldi nella malandata Piazza Affari senza considerare la marea di opportunità che si nasconde a Wall Street.

 

Spero di averlo chiarito una volta per tutte.

 

A dire il vero se sei iscritto a questa lista è molto probabile che tu abbia già abbandonato le acque ferme di Piazza Affari per solcare i mari ricchi di pesce di Wall Street, ma siccome spesso mi chiedono perchè non investo nel mercato italiano ho voluto ribadirlo.

 

Approfondirò comunque meglio l’argomento nell’evento di Roma del 3-4 ottobre, dove entrerò nello specifico di cosa è giusto fare per far rendere al massimo i propri risparmi.

Manca veramente poco tempo, affrettati a bloccare il tuo posto.

 

Per tutte le info clicca qui https://bit.ly/3lSvGGE

 
 

Al tuo successo!

Giuseppe Pascarella

Firma
Giuseppe Pascarella
Giuseppe Pascarella@giuseppepascarellaofficial
Leggi Tutto
- Esperto di mercato azionario USA
- Fondatore di PascaProfit.com
- Autore di "Battere il Benchmark"

COPIE LIMITATE! Libro in REGALO

VUOI FAR CRESCERE I TUOI RISPARMI?

Ordina il libro in REGALO e scopri:

  • Perché investire sul mercato più sicuro e profittevole del mondo: quello americano e non altrove
  • Come costruire la mentalità da investitore per non farsi condizionare dalle emozioni
  • Perché è importante investire e perché non dovresti lasciare i soldi sul conto corrente

Scopri gli Ultimi articoli