Posted on Lascia un commento

I Reit battono le azioni USA. Cosa c’è dietro questi titoli

Reit

Se mi segui ormai da tempo e, soprattutto, se hai letto il mio libro, avrai compreso come la mia strategia di investimento si basa sull’individuazione di nicchie profittevoli in base al contesto economico che stiamo attraversando (espansione, recessione, stagnazione, eccetera).

Se questo è chiaro ancor più chiaro dovrebbe essere la definizione di nicchia.

Investo nel mercato azionario perché nel lungo periodo è quello che statisticamente ha dato i maggiori rendimenti” è riduttivo al massimo e rischia di farti incappare in qualche scivolone o, nella migliore delle ipotesi, farti perdere forti opportunità di guadagno.

Ad esempio se un tuo ipotetico investimento fosse riuscito a replicare l’indice Nasdaq, che di per sé è già una nicchia del mercato azionario, negli ultimi 10 anni, avresti ottenuto una performance del 400%.

10.000 euro si sarebbero trasformati in 50.000.

Ottimo.

Tuttavia se all’interno dello stesso Nasdaq tu avessi investito in azioni di Amazon la tua performance sarebbe schizzata al 2.020%.

Significa che 10.000 euro si sarebbero trasformati in 212.000 euro.

Questa premessa era doverosa perché nel mio libro sostengo, e confermo, che il mercato immobiliare in generale non è, in questo momento, un mercato profittevole.

Per rivedere i tassi di crescita pre 2008 – e proprio da quella bolla esplose la crisi – ci vorranno decenni.

Tuttavia all’interno del mercato immobiliare ci sono alcune nicchie che puoi prendere in considerazione quando costruisci la strategia del tuo portafoglio.

Ne parlo in questa intervista ad Andrea Gennai del Sole24ore.

Buona lettura.

articolo sole 24ore: i reit battono l azioni usa

 


 

Seguimi anche sul gruppo Facebook “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2wzzIez

Acquista il mio libro “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2WvfCgd

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *