Il Fondo Monetario Internazionale la vede nera, e tu?

Condividi l'articolo

Sull’Economist è uscito un interessante articolo dal titolo: “The IMF downgrades its global growth forecasts. High debts and high asset prices worry Washington wonks

 

In sostanza il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha diminuito le previsioni di crescita a livello globale, preoccupato dall’alto debito e dall’eccessivo prezzo degli asset.

 

Infatti, come recita l’articolo, il 24 giugno il FMI ha dichiarato che il crollo delle economie causato dagli effetti del Covid-19 sarà peggiore di quello previsto in aprile 2020 e questo costringerà gli stati ad indebitarsi maggiormente, raggiungendo livelli preoccupanti.

 

Il FMI ritiene che nel 2021 il Prodotto Interno Lordo (PIL) aggregato delle economie avanzate rimarrà inferiore a quello registrato nel primo trimestre 2019.

 

A quanto sembra la ripresa è ancora lontana.

Nelle sue note il Fondo Monetario Internazionale ha anche messo in evidenza la sorprendente disconnessione tra il prezzo degli asset e le prospettive dell’economia.

 

Insomma, non si può certo dire che sia un quadro rassicurante.

 

Ma dobbiamo preoccuparci?

 

Domanda non facile.

 

Innanzitutto dobbiamo fare una distinzione: se ci riferiamo all’economia reale, quindi al fatto che molte più persone potrebbero avere difficoltà economiche la risposta è: sì, dobbiamo preoccuparci…

 

…se invece parliamo dei nostri investimenti la risposta è no perché preoccuparsi non ha molto senso.

 

Non fraintendermi, non ti sto dicendo che il mercato non avrà nessuna ripercussione e continuerà a salire, come sta facendo ora, incurante di ciò che succede al di fuori del palazzo di Wall Street.

 

No, non è per questo che non dobbiamo preoccuparci.

 

Il motivo vero è che, mentre il nostro posto di lavoro o le nostre entrate economiche possono essere legate a fattori che non sono strettamente sotto il nostro controllo…

 

…per gli investimenti questo non succede. E’ tutto nelle mie mani, sono io che decido cosa fare e quando farlo.

 

Gli agenti esterni possono condizionare i risultati nel breve periodo, ma il risultato che avrò nel lungo periodo dipenderà solo da me e dai miei comportamenti.

 

E questo naturalmente vale anche per te.

 

Quindi è inutile preoccuparsi, l’unica cosa da fare è studiare la situazione attuale e muoversi di conseguenza, senza cercare di avere la sfera di cristallo per prevedere un futuro che, per sua natura, è imprevedibile.

 

Ciò che farà la differenza per i tuoi investimenti non sarà se il PIL del 2021 sarà inferiore o superiore a quello del primo trimestre del 2019, ecco perché la previsione dell’ FMI ci tocca relativamente.

 

Invece, quello che sarà decisivo per i tuoi rendimenti sarà piuttosto come hai deciso di impostare il tuo portafoglio.

 

Se ti sei coperto o meno con strumenti difensivi come Oro o Treasury a 10 anni e soprattutto su quali azioni hai deciso di puntare.

 

Nel mio libro Battere il Benchmark, la prima bibbia sugli investimenti nel mercato americano, ti spiego molto bene che investire nel mercato americano è molto più redditizio che farlo nel mercato italiano e, cosa molto importante, ti svelo quali sono i settori che performano meglio nei momenti in cui l’economia va bene e quali performano meglio quando l’economia è in difficoltà.

 

E’ conoscere queste cose che farà la differenza.

 

Se non hai ancora letto il mio libro puoi usufruire di un’offerta speciale cliccando qui.

 

Quello è senza dubbio un ottimo modo per capire come gira il mercato e come si può battere il Benchmark.

 

Considera che negli ultimi 10 anni il mercato americano è salito con una media annua del 10,52% mentre il mio portafoglio di punta ha fatto il 22,78%.

 

Ho fatto più del doppio di quello che ha fatto l’S&P 500, ovvero l’indice più rappresentativo di Wall Street.

 

Che sia chiaro, questo non vuol dire che io sia un fenomeno, ci mancherebbe…

 

Ma vuol solo dire che ciò di cui parlo nel libro l’ho provato sulla mia pelle e anche con risultati interessanti.

 

Se vuoi sapere in modo approfondito i contenuti del libro trovi tutto su questo link https://bit.ly/2YAvx1d

 

Per oggi è tutto…

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma

“Battere il Benchmark” + 6 Bonus del Valore REALE di 425 euro. Tutto a soli 27 euro (Spedizione Incluse) invece di 452,00 euro.

Clicca ADESSO sul pulsante qui sotto e approfitta di questa offerta

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Seguimi anche sul gruppo Facebook
"Battere il Benchmark"

Scopri gli Ultimi articoli