Nasce CoronaCoin, è giusto speculare sul CoronaVirus?

Come sempre la realtà supera la fantasia e l’ennesima conferma l’abbiamo avuta qualche giorno fa quando è nata una criptovaluta che specula sul coronavirus.

La moneta si chiama Corona coin e ha come simbolo $nCoV.

Cerchiamo di capire come funziona.

Il Corona Coin è una moneta che scommette sulla diffusione del virus corona.

Sono state messe in circolazione poco più di 7,6 miliardi di CoronaCoin -esattamente come gli abitanti sulla terra- e ogni volta che una persona si ammala o muore a causa del Covid-19, il numero in circolazione del Corona coin diminuisce.

idea terrificante…

Però, a differenza delle normali criptovalute, non è estraibile, ovvero non è possibile aumentare il numero di monete in circolazione, che invece può solo diminuire a seconda della velocità di diffusione del virus.

“Una valuta deflazionistica”, ha spiegato  uno dei fondatori dell’impresa Alan Johnson, “con l’aumentare del numero di infetti/morti a causa del virus  il numero di token viene aggiornato ogni 48 ore e, per ogni infezione o morte, viene cancellato un token”.

Anche se so che gli specialisti delle criptovalute storceranno il naso per l’approssimazione, ciò che è importante sapere è che più persone si ammalano meno Corona coin ci sono in circolazione e quindi la criptovaluta aumenta di valore.

A tutti gli effetti, come ho detto, è una scommessa sul Coronavirus: chi prende questa moneta guadagnerà più soldi quante più saranno le persone nel mondo ad ammalarsi.

Ovviamente la cosa ha scatenato un moto di indignazione sui social e a poco è servito l’annuncio del fondatore di donare il 20% dei ricavi di questa operazione alla croce rossa.

 Ma non è su questo che vorrei che tu puntassi la tua attenzione.

Infatti anche se a me fa schifo l’idea di speculare su quello che sta succedendo nel mondo non voglio farti una lezione di etica visto che non ho i titoli per farlo.

D’altronde, come si dice a Wall Street: il mercato è fatto di gente senza scrupoli e se vuoi un amico prenditi un cane.

Quindi ti risparmio la lezioncina morale e vado al sodo: quello che mi preme è farti capire in modo molto chiaro che è importante stare alla larga dalla trappola delle criptovalute, non tanto perché non è etico ma soprattutto perché non è conveniente.

Questa è una cosa che mi sta molto a cuore:  io non sostengo che le criptovalute siano una truffa in sé, la truffa è cercare di convincere le persone che sia possibile prevedere i micro movimenti di prezzo e quindi riuscire con poco sforzo a vivere solo di quello.

Purtroppo in ogni angolo del web spunta la pubblicità di un pseudo trader che millanta di aver inventato un sistema magico che ti consente di guadagnare ogni giorno 500 euro, -anche se hai pochi soldi sul conto-, il tutto prevedendo i movimenti di prezzo delle cripto valute.

La cosa che mi fa arrabbiare è che spesso sono le persone più deboli a cadere in queste trappole. Magari persone che hanno appena perso il lavoro e si illudono di poter continuare ad avere uno stipendio seguendo queste persone senza scrupoli.

Le criptovalute sono pura speculazione e non è possibile analizzarle perchè non c’è nulla di concreto su cui basare una analisi.

Se investi sul dollaro statunitense, sai che il movimento del prezzo sarà legato all’andamento macroeconomico, principalmente degli Stati Uniti ma anche del mondo intero.

Ma sotto i movimenti del dollaro c’è qualcosa di concreto, qualcosa che è possibile analizzare e prevedere.

Stessa cosa se investi in una azienda.

L’andamento del prezzo dipenderà da quali sono le prospettive degli utili di quell’azienda.

Ancora una volta è qualcosa di concreto, di reale, qualcosa che si può analizzare.

La criptovaluta no, segue le regole della speculazione -che sono del tutto irrazionali ed emotive- e pensare di poterle prevedere con costanza è una follia.

Chiunque vende la speranza di poterlo fare ogni giorno è a mio avviso un truffatore.

Per fortuna anche facebook se ne è accorto e adesso quasi tutte le pubblicità di questi pseudo trader sulle criptovalute vengono bannate… ma è comunque importante non abbassare la guardia.

Se mi segui da tempo sai che io ho una vera e propria venerazione per Warren Buffet, ovvero colui che è considerato l’investitore più grande di tutti i tempi.

Bè una delle cose che Buffet ripete più spesso è: investi solo in quello che sei in grado di capire.

Per me questa è una regola aurea e se anche tu la seguirai, le tue performance ne avranno un immediato miglioramento.

E’ per questo che non prendo nemmeno in considerazione l’idea di investire nelle criptovalute, perchè non si riesce mai a capire cosa ci sta dietro e che dinamiche seguono.

Quindi credimi, stai alla larga da questo Corona coin– che tra l’altro è anche un prodotto nuovo e proprio per questo ancor meno prevedibile-.

Se investi in qualcosa che non sei in grado di capire bene, aumenterà il tuo senso di inquietudine se per qualche ragione inizialmente l’investimento non dovesse andare come speravi.

Questo ti porterà a fare scelte dettate dall’emotività facendoti perdere un sacco di soldi.

Capisci come è importante seguire il consiglio del grande Warren?

Io investo solo in azioni, oro o titoli di stato. Cose concrete e che posso analizzare.

E se te la devo dire tutta, sto alla larga anche dai fondi che le banche vogliono appioppare ai loro correntisti.

Dentro c’è talmente tanta roba che non hai punti di riferimento, non puoi analizzare nulla e puoi solo sperare. Spesso il mercato va su e loro vanno giù.

Questo con le azioni non succede, infatti sai esattamente su cosa investi e sai esattamente cosa deve succedere perchè il tuo investimento abbia successo.

Se vedi che il prezzo scende non vieni colto dal panico perché puoi analizzare la situazione.

Se lo scenario che immaginavi è cambiato allora puoi vendere, se invece capisci che è solo un movimento momentaneo allora rimani in posizione sapendo che il lungo periodo ti premierà.

Una cosa è certa, se negli ultimi 10 anni sono riuscito a mettere a segno una performance del 678% è proprio perchè ho seguito queste 3 semplici regole:

  1. Non compro mai un titolo che non sono sicuro di capire
  2. Faccio una analisi molto dettagliata prima di fare qualsiasi investimento.
  3. Sfrutto la potenza dell’interesse composto

Seguire queste regole mi ha dato la possibilità di battere il mercato in modo costante.

Negli ultimi 10 anni la media annua di guadagno del mio portafoglio Pasca Premium è stata del 22,78% contro il 10,52% che ha messo a segno l’SP500. 

Credimi dietro questi numeri non c’è nessuna magia, nessuna qualità da indovino, ma è solo questione di metodo.

Senza un metodo preciso è impossibile ottenere risultati sui mercati.

Per creare il mio ho impiegato anni di lavoro ed ora, sono talmente orgoglioso dei risultati che si ottengono seguendo il mio metodo, che ho deciso di condividerlo.

Se anche tu vuoi sapere come ho fatto negli ultimi 10 anni a battere costantemente il mercato non devi far altro che comprare il mio ultimo libro “Battere il benchmark”.

Battere il Benchmark

“La guida definitiva per investire con profitto nel mercato americano e battere il benchmark, grazie al Protocollo Pascarella”.

Lì troverai tutta la mia storia, i miei risultati e soprattutto la spiegazione del “Metodo Pascarella”.

Ma la cosa più importante è che non dimentichi le parole di Warren Buffet: Investi solo in quello che riesci a capire bene.

Al tuo successo.

Giuseppe

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Seguimi anche sul gruppo Facebook
"Battere il Benchmark"

Scopri gli Ultimi articoli